ATLAS

A portfolio is a semantic edifice which is built and destroyed according to expectations and needs. It is a structure in between the subject and the relative operational context. It reveals strategies to rethink, reduce or enlarge the distance between research, production processes and the communication about them. Atlas is the result of an ongoing investigation about it.

Atlas is a collection of texts and visual materials that synthesizes the research I developed over the past decade.

 Produced in a unique copy, or in limited editions made as result of specific collaborations, Atlas is a book that changes over time: each copy represents, at the time of the printing phase, the updated status of my practice.


Atlas is an exercise of composition that draws inspiration from game-books. It is a survey tool with a hybrid form; a crucible of rhetorical registers, monologues and more or less fictional dialogues. It is like a building, whose structure reflects the elaboration of narrative strategies that overwhelm the conventional descriptive parameters, investigating the possibilities of the portfolio form.

 Inside Atlas, practice emerges through the interweaving of theories and anecdotes. Narratives are woven following the need not to separate the explanation of the research from the research itself, while the process of communication and promotion of artistic practice become a work material influenced by the flux of the experience.

Un portfolio è un edificio semantico costruito e distrutto all’occorrenza;
una struttura il cui concepimento e fattura riflettono aspettative e necessità che mutano nel tempo, che si situano tra il soggetto ed il contesto entro il quale agisce. Atlas nasce dal considerare il formato portfolio e le strategie
discorsive ad esso connesse come materiali di lavoro e d’indagine.

Atlas è una collezione di testi e materiali visivi che sintentizzano
un percorso di ricerca sviluppato nell’arco di dieci anni.
Prodotto in copia unica, o in edizioni limitate realizzate in occasione di
collaborazioni specifiche, Atlas è un libro che muta nel tempo e ogni copia è la versione aggiornata dell’attività compiuta sino al momento della stampa.
Strumento di indagine e forma ibrida; crogiolo di registri retorici, monologhi e dialoghi più o meno fittizi, Atlas è un esercizio di composizione che trae ispirazione dai libri-gioco; un edificio la cui struttura riflette l’elaborazione di strategie narrative che aggirano i parametri descrittivi convenzionali,
indagando all’infinito le possibilità della forma portfolio.
La presentazione del lavoro avviene in Atlas attraverso l’intreccio di teorie e aneddoti, narrazioni tessute a partire dalla necessità dell’autrice di non
separare la spiegazione della ricerca dalla ricerca stessa; dal desiderio di trasformare il processo di comunicazione e promozione dell’esperienza
artistica in un materiale di lavoro soggetto al divenire dell’esperienza.

first copy: june 2015
prima copia: giugno 2015

ATLAS 2007 – 2016
limited edition, 100 copies, 21 x 15 cm, 221pp.
Language: Italian, English, € 20

is published by Boîte Editions in collaboration with Frequente.

The unique edition, 21 x 15 cm, 375pp. with dust jacket
Language: Italian, English, € 100
can be viewed and consulted by appointment:
at Choisi Bookshop, via Pelli 13, Lugano
and in other cities, on request, writing to boite@boiteonline.org

ATLAS 2007 – 2016
edizione limitata, 100 copie, 21 x 15 cm, 221pp.
italiano, inglese, € 20

è pubblicata da Boîte Editions in collaborazione con Frequente.

La copia unica, 21 x 15 cm, 375pp.
italiano, inglese, € 100
puo’ essere visionata e consultata su appuntamento:
presso Choisi Bookshop, via Pelli 13, Lugano
e in altre città, su richiesta, scrivendo a boite@boiteonline.org